In evidenza

Perché un blog pieno di liste sui libri?

  1. Perché mi piacciono i libri.
  2. Perché mi piacciono le liste.

«Non credi anche tu che il significato della vita sia semplicemente la passione che un giorno invade il nostro cuore, la nostra anima e il nostro corpo e che, qualunque cosa accada, continua a bruciare in eterno, fino alla morte? E non credi che non saremo vissuti invano, poiché abbiamo provato questa passione?».
Sándor Márai, “Le braci”

Come diceva qualcuno i libri sono passione e rifugio..
In questi ultimi anni ho raccolto molte liste di libri e citazioni varie.
Il mio desiderio iniziale era quello di ordinarle e trascriverle in un libro.
Non so quando e se lo farò.. intanto le condivido in un blog.

«Non penso a tutta la miseria, ma a tutta la bellezza che rimane ancora».
Anna Frank, “Diario”

Annunci

I libri che hanno cambiato il mondo scritti dalle donne

Di seguito due liste sui libri che hanno cambiato il mondo scritti dalle donne tratte da: 20 Books by Women that Changed the World.

La top ten votata dal pubblico:

Why I’m No Longer Talking to White People About Race (2017) by Reni Eddo-Lodge
A Room of One’s Own (1929) by Virginia Woolf
The Diary of a Young Girl (1947) by Anne Frank
A Vindication of the Rights of Women (1792) by Mary Wollstonecraft
The Second Sex (1949) by Simone de Beauvoir
Silent Spring (1962) by Rachel Carson
I Know Why the Caged Bird Sings (1969) by Maya Angelou
Frankenstein (181823) by Mary Shelley
Jane Eyre (1847) by Charlotte Bronte
The Female Eunuch (1970) by Germaine Greer

La top 20 scelta da accademici, venditori ed editori:

A Room of One’s Own (1929) by Virginia Woolf
A Vindication of the Rights of Women (1792) by Mary Wollstonecraft
Ain’t I A Woman? (1981) by bell hooks
Frankenstein (1818) by Mary Shelley
Gender Trouble (1990) by Judith Butler
I am Malala (2013) by Malala Yousafzai
I Know Why the Caged Bird Sings (1969) by Maya Angelou
Jane Eyre (1847) by Charlotte Bronte
No Logo (1999) by Naomi Klein
On Photography (1977) by Susan Sontag
Silent Spring (1962) by Rachel Carson
The Diary of a Young Girl (1947) by Anne Frank
The Female Eunuch (1970) by Germaine Greer
The Hite Report (1973) by Shere Hite
The Immortal Life of Henrietta Lacks (2010) by Rebecca Skloot
The Origins of Totalitarianism (1951) by Hannah Arendt
The Second Sex (1949) by Simone de Beauvoir
The Unwomanly Face of War (1985) by Svetlana Alexievich
Why I’m No Longer Talking to White People About Race (2017) by Reni Eddo-Lodge
Women & Power: A Manifesto (2017) by Mary Beard

I 30 libri che lasciamo a metà

Di seguito la lista di libri tratta da I 30 libri che lasciamo a metà.

Madame Bovary, Gustave Flaubert

Cent’anni di solitudine, Gabriel Garcia Marquez

Mastro Don Gesualdo, Giovanni Verga

50 sfumature di grigio, E. L. James

Che tu sia per me il coltello, David Grossman

Il nome della rosa, Umberto Eco

Uno splendido disastro, Jamie McGuire

Il profumo, Patrick Suskind

Il dottor Zivago, Boris L. Pasternak

Gomorra, Roberto Saviano

Anna Karenina, Lev Tolstoi

Il ritratto di Dorian Gray, Oscar Wilde

Il signore degli anelli, JR.R. Tolkien

La collezionista di ricette segrete, Allegra Goodman

Venuto al mondo, Margareth Mazzantini

Donne che amano troppo, Robin Norwood

Il mondo di Sofia, Jostein Gaarder

Undici minuti, Paulo Coelho

Va dove ti porta il cuore, Susanna Tamaro

Le affinità elettive, J. Wolfgang Goethe

L’eleganza del riccio, Muriel Barbery

Veronika decide di morire, Paulo Coelho

Moby Dick, Herman Melville

Eragon, Christopher Paolini

Il vecchio e il mare, Ernest Hemingway

La bambina che amava Tom Gordon, Stephen King

Il grande Gatsby, Francis Scott Fitzgerald

La luna e i falò, Cesare Pavese

Il signore delle mosche, William Golding

La solitudine dei numeri primi, Paolo Giordano

La vocazione della parola

Di seguito un provocatorio estratto sulla parola del libro Serotonina di Michel Houellebecq.

Serotonina - Michel Houellebecq - copertina

“[…] Perciò conobbi carnalmente ragazze di diverse nazioni, e maturai la convinzione che l’amore possa svilupparsi solo sulla base di una certa differenza, che il simile non si innamori mai del simile, anche se in pratica sono molte le differenze che possono andar bene, se: un’estrema differenza di età, si sa, può scatenare passioni di una violenza inaudita; la differenza razziale ha ancora una notevole efficacia; e anche la semplice differenza di nazione e lingua non va disdegnata. È sbagliato che due persone che si amano parlino la stessa lingua, è sbagliato che possano davvero capirsi, che possano comunicare con le parole, perché la vocazione della parola non è creare amore bensì divisione e odio, la parola man mano che avviene, laddove un informe balbettio amoroso, semilinguistico, il parlare alla propria donna o al proprio uomo come si parlerebbe al proprio cane, crea la condizione di un amore incondizionato e duraturo. Se almeno ci si potesse limitare a concetti immediati e concrete – dove sono le chiavi del garage? a che ora viene l’elettricista? – potrebbe ancora andar bene, ma più in là inizia il regno della discordia, del disamore e del divorzio. […]”

10 ottimi libri sulle biblioteche

Di seguito la lista di libri tratta da 10 GREAT BOOKS ABOUT LIBRARIES.

Planting Stories: The Life of Librarian and Storyteller Pura Belpré, Audrey Aldamuy Denise (2019)

Escape from Mr. Lemoncello’s Library, Chris Grabentsein (2013)

The Bad-Ass Librarians of Timbuktu, Joshua Hammer

The Library at Mount Char, Scott Hawkins (2015)

Evil Librarian, Michelle Knudson (2014)

The Borrower, Rebecca Makkai (2011)

The Strange Library, Haruki Kurkami (2014)

Dewey: The Small-Town Library Cat Who Touched the World, Vicky Moron (2008)

The Library Book, Susan Orlean (2018)

Harlem Renaissance Librarian, Regina Anderson Andrews (2014)

I 50 libri con cui Calvino ha plasmato la vita dei giovani

Di seguito la lista di libri tratta da: I 50 LIBRI CON CUI CALVINO HA PLASMATO LA VITA DEI “GIOVANI”, con i commenti dell’autore della lista.

1) THEODOR H. GASTER: Le più antiche Storie del mondo; rimandato a settembre
2) ERODOTO: L’antico Oriente; Da rivedere. Meglio leggere Simon Winchester con Adelphi e le sue storie atlantiche
3) PLUTARCO: Vite dei Grandi Greci; invecchiato, roba da giacobini
4) WILLIAM SHAKESPEARE: Da Coriolano a Cleopatra Tre Drammi Romani; impegnativo ma fattibile
5) BERTOLT BRECHT: Gli Affari del Signor Giulio Cesare: un cannone ideologico, si può tenere ma serve un contravveleno, qualche racconto di guerra di Jünger (ne riparliamo su queste pagine)
6) CAIO TRANQUILLO SVETONIO E PUBLIO CORNELIO TACITO: Nerone; essenziale per capire la libidine che tuttora si prova ad essere servi
7) EDWARD GIBBON: La Caduta dell’impero Romano d’Occidente; inutile e decisamente impossibile antologizzare un lavoro a tesi di oltre duemila pagine. Oltretutto è meglio leggerlo in originale
8) FERDINAND GREGOROVIOUS: Roma nel Medioevo; un resoconto romantico dei fatti politici, tradimenti e congiure. Soft sul versante culturale. Promosso
9) Erik Il Rosso e altre Saghe Vichinghe; azzardato. Meglio l’Edda”
10) MARCO POLO: Il Milione; la parafrasi della Bellonci sa di Premio Strega, lo stile è quello. Ma chiarisce il punto. E poi costa poco, ristampa negli Oscar Mondadori
11) Le Mille e Una Notte; anche qui, no. Meglio una fantasia di Marquez come L’amore ai tempi del colera
12) WALTER SCOTT: Ivanhoe – (2 voll.); assurdo. Meglio qualcosa contro tendenza. L’idea, si capisce, è usare l’Ottocento in vasi irrecuperabili, di immediata bellezza. Tolstoj ecc. Per il resto attenersi al Novecento e chissenefrega se bisogna rispiegare tutto ai professori. Meglio non rovinare i quindicenni a cui la collana è destinata
13) WILLIAM H. PRESCOTT: La Conquista Del Messico – (2 voll.); geniale. Ma non è stato ristampato. Immaginate un cieco, a metà Ottocento negli Stati Uniti, che scrive di Cortez e di Aztechi. Sembra una storia, invece è la realtà dietro questo libro
14) ALEXANDRE DUMAS: La Regina Margot – (2 voll.); azzardo
15) BERTOLT BRECHT: Vita di Galileo; sembra un corpo estraneo. Che ci fa il teatro? Allora tanto vale la poesia!
16) LOUIS De SAINT-SIMON: La Corte Del Re Sole; intrigante
17) DANIEL DEFOE: Robinson Crusoe – (2 voll.); mattoncino da evitare con cura
18) VOLTAIRE: Candido; noia alla stato puro. Meglio il romanzo erotico e romantico Lucinde del tedesco Schlegel
19) ALEKSANDR PUSKIN: La Figlia del Capitano; promosso
20) WOLFGANG GOETHE: I Dolori del giovane Werther; il no più fermo che ci sia. Meglio le poesie di Goethe giovane. Einaudi ha fatto una buona scelta recentemente col titolo Cento poesie
21) VICTOR HUGO: Novantatre; in dubbio
22) STENDHAL: La Certosa di Parma; il pezzo forte della collana. Ma perché rovinarsi da giovanissimi il piacere della prima lettura?
23) FENIMORE COOPER: L’ultimo dei Mohicani; ecco il ritardo di Calvino
24) CHARLES DICKENS: Oliver Twist O la storia di un Orfanello; molto meglio un’antologia del Circolo Pickwick
25) EDGAR ALLAN POE: Gordon Pym Seguito Da Gli Assassinii Della Rue Morgue; perfettl
26) LEV TOLSTOJ: Racconti di Sebastopoli; eccellente
27) HERMAN MELVILLE: Benito Cereno – Billy Budd; notevolssimo
28) IVAN TURGENIEV: Padri e Figli; troppo, davvero
29) FEDOR DOSTOEVSKIJ: Delitto e Castigo; Non mi pronuncio
30) GUY De MAUPASSANT: Racconti della Guerra Franco-Prussiana; può incuriosire un ragazzo, ma poi?
31) EMILE ZOLA: Germinale; ideologia
32) MARK TWAIN: Le Avventure Di Huckleberry Finn; ottimo
33) ROBERT LOUIS STEVENSON: Il Fanciullo Rapito; lungo ma brillante
34) STEPHEN CRANE: Il Segno Rosso Del Coraggio; serve far lumi su questo reperto. Da passare ai dipartimenti di letteratura alle università
35) FRANK THIESS: Tsushima Il Romanzo Di Una Guerra Navale; come sopra
36) JACK LONDON: Martin Eden; noioso. Meglio La freccia nera di Stevenson per creare un lettore felice
37) JOSEPH CONRAD: La Linea d’ombra – Cuore di Tenebra: un gioco pericoloso
38) THOMAS MANN: Tonio Kroger – La Morte a Venezia – Tristano; buonanotte al secchio
39) FRANZ KAFKA: La Metamorfosi e altri racconti; meglio una scelta di aneddoti kafkiani per far capire al volo l’umorismo di Franz
40) MARIO SILVESTRI: Isonzo 1917; perfetto. Serve premessa per contestualizzare bene, Cazzullo non basta
41) JOHN REED: Dieci Giorni Che Sconvolsero Il Mondo; moda polverosa. Meglio McEwan
42) EDGAR SNOW: Stella Rossa Sulla Cina; bocciato
43) NUTO REVELLI: La Strada Del Davai Gli Alpini Raccontano; giudizio incerto
44) ROBERT ANTELME: La Specie Umana; superato
45) BEPPE FENOGLIO: Racconti Partigiani; serve proprio?
46) PIER PAOLO PASOLINI: Una Vita Violenta; no
47) LEONARDO SCIASCIA: A Ciascuno Il Suo; Non si hanno gli strumenti a quell’età
48) JOSÉ MARIA ARGUEDAS: I Fiumi Profondi; Non è letteratura, è etnografia
49) GEORGE JACKSON: I Fratelli Di Soledad Lettere Dal Carcere; AIUTO!
50) ITALO CALVINO: La Memoria Del Mondo E altre Storie; sono racconti surreali più che di fantascienza

Esauriti? 15 libri che aiuteranno a ricaricarvi

Di seguito la lista di libri tratta da Feeling Creatively Exhausted? 15 Books To Help You Recharge.

‘You Are Here: An Owner’s Manual for Dangerous Minds’ by Jenny Lawson

‘Bird by Bird: Some Instructions on Writing and Life’ by Anne Lamott

‘Your Illustrated Guide To Becoming One With The Universe’ by Yumi Sakugawa

‘Real Artists Have Day Jobs: (And Other Awesome Things They Don’t Teach You in School)’ by Sara Benincasa

‘Year of Yes’ by Shonda Rhimes

‘Invisible Cities’ by Italo Calvino

‘Am I There Yet? The Loop-de-Loop, Zigzagging Journey to Adulthood’ by Mari Andrew

‘Changing My Mind: Occasional Essays’ by Zadie Smith

‘Relish: My Life in the Kitchen’ by Lucy Knisley

‘100 Essays I Don’t Have Time to Write: On Umbrellas and Sword Fights, Parades and Dogs, Fire Alarms, Children, and Theater’ by Sarah Ruh

‘The Creative Tarot: A Modern Guide to an Inspired Life’ by Jessa Crispin

‘The Art of Asking; or, How I Learned to Stop Worrying and Let People Help’ by Amanda Palmer

‘How to Be a Person in the World: Ask Polly’s Guide Through the Paradoxes of Modern Life’ by Heather Havrilesky

‘The Creative Habit: Learn It and Use It for Life’ by Twyla Tharp

‘Creative Pep Talk: Inspiration from 50 Artists’ by Andy J. Miller